Cosa fa scegliere un termoconvettore al posto di altri sistemi di riscaldamento?

di | 22 aprile 2020

Perché scegliere un termoconvettore al posto di altri sistemi di riscaldamento? Prima di rispondere bisogna conoscerne la natura e i vantaggi. I termoconvettori sono dispositivi di riscaldamento che, a differenza dei classici termosifoni, diffondono il calore in modo più rapido e uniforme. Possono essere scelti sia come integratori termici in aggiunta all’impianto principale che da soli se l’ambiente da riscaldare è più raccolto e non necessita di altre fonti di calore. Il meccanismo è semplice e si basa sul principio della convezione naturale, che fa sì che il calore salga dal basso verso l’alto mentre l’aria fredda che tende a scendere e a rimanere a livello del pavimento viene risucchiata dal dispositivo e re-immessa nell’ambiente sotto forma di aria calda. A seconda del tipo di alimentazione di questi apparecchi, che può essere ad acqua, a corrente, a gas o mista, questo processo può avvenire tramite delle resistenze elettriche o dei tubi lamellari interni al dispositivo.

Diversamente dai radiatori tradizionali, che sprigionano il calore da piastre di diffusione termica, questo sistema consente di riscaldare l’ambiente in modo più rapido ed omogeneo. Ecco perché sono spesso utilizzati per integrare le funzioni della caldaia e per riscaldare prima un luogo solitamente molto freddo, tipico magari delle seconde case di montagna che restano chiuse a lungo e necessitano di una ‘flebo’ termica che ristabilisca il giusto tepore. Il vantaggio dei termoconvettori è che garantiscono un basso consumo energetico, anche per questo sono apprezzati da una vasta clientela, oltre che per l’efficienza e la semplicità d’uso che non richiede particolari interventi di installazione. Possono essere installati a parete o pavimento.

I primi si fissano in qualsiasi punto della casa, a muro, non richiedono particolari spazi e presentano un design moderno ed essenziale. Gli altri, invece, hanno il vantaggio di poter essere trasportati con l’ausilio di comode maniglie da una stanza all’altra, sono maneggevoli ma anche un po’ ingombranti. La scelta dipenderà dall’ambiente e dalla frequenza di utilizzo che farà optare per l’uno piuttosto che per l’altro tipo di termoconvettore.