Legionella: che cos’è e come evitarla, occhio agli scaldabagni

di | 10 novembre 2019

 

La legionellosi è un’infezione causata batteri aerobi che colpisce l’apparato respiratorio. La legionella è presente negli ambienti acquatici, come acque sorgive, fiumi e laghi. In questo modo il batterio può facilmente essere veicolato nelle condotte cittadine degli impianti idrici, nei serbatoi di tali impianti, nelle fontane e anche nelle piscine. Questi ambienti inoltre favoriscono la proliferazione del batterio responsabile di questa malattia, soprattutto in condizioni di caldo o umido. I fattori che possono aumentare le possibilità di espansione di tale virus nelle reti idriche sono molti. Tra questi i maggiori sono i materiali di costruzione di questi, la presenza di incrostazioni, il biofilm e la temperatura dell’acqua.

Purtroppo anche lo scaldabagno può scatenare e diffondere tale virus. Questo perché l’acqua che è al suo interno raggiunge temperature molto elevate. Inoltre la durezza dell’acqua stessa contribuisce ad alzare il rischio di infezione o contagio. Nel caso di scaldabagni ad accumulo poi dobbiamo tenere presente che l’acqua ristagna nel serbatoio interno per un lungo periodo di tempo. Ma allora come possiamo fare per prevenire la comparsa e la diffusione di questo batterio? Come proteggere lo scaldabagno? Vediamo di seguito quali sono le misure di precauzione da adottare. Ulteriori informazioni a riguardo si possono reperire su questa pagina web dedicata al prodotto.

Per evitare che il batterio si formi o si diffonda nell’acqua che poi andremo a utilizzare sarà bene optare per una temperatura costante molto alta. Infatti il batterio sopravvive alle basse temperature, ragion per cui è meglio che il nostro scaldabagno sia sempre ben caldo (almeno 50 gradi centigradi). Inoltre è bene pulire periodicamente lo scaldabagno, e operare quindi un’attenta e scrupolosa pulizia interna dello stesso. Così facendo eviteremo che il tanto temuto batterio si infiltri nel serbatoio, oppure nella resistenza o altri componenti del prodotto. Sarà meglio poi distanziare i tubi dell’acqua fredda da quelli del riscaldamento. In questo modo eviteremo il surriscaldamento dello scaldabagno. Se però vogliamo annullare quasi del tutto la possibilità di contrarre la legionella dovremo optare per uno scaldabagno istantaneo. Questi modelli non hanno alcun tipo di ristagno d’acqua, e per questo motivo è raro che il batterio vi si insinui all’interno.